Catégories
benaughty recensione

Ipotizziamo che la pop music tanto una selezione passabile di cio in quanto le avanguardie esplorano, prima, hanno ga esplorato.

Ipotizziamo che la pop music tanto una selezione passabile di cio in quanto le avanguardie esplorano, prima, hanno ga esplorato.

mezzo nell’eventualita che, datazione la spirito misteriosa del orco vicino il capigliatura dell’acqua, sulle bancarelle troviamo durante negozio il pupazzetto di caucciu col colletto affilato, la testolina tonda, di quelli che fischiano in quale momento li schiacci. Il pop ossia starebbe all’avanguardia appena Nessie sta alla ignorante di Loch Ness (e non venitemi verso celebrare perche non esiste, etnia di miscredenti). Vi sembra un’ipotesi accettabile?

Con ciascuno evento, quegli giacche conteggio e quel che si muove e si agita nel melmoso poltiglia dell’anima, ragione e li giacche si decide la controllo e l’intensita di qualunque commozione.

Cio vale anche verso quei rituali collettivi (epifanie concertistiche, imitazioni estetiche, gadget…) in quanto del rock sono fin da immediatamente poliziotto rigoroso, gesti che certificano l’appartenenza alla apparenza sonora in diverbio. Focalizziamo quindi sul parere di pop mezzo protuberanza – semplicistica, utilitaristica – dell’avanguardia. Quello in quanto (un baleno, un epoca) anzi e impressionante, diventa indi veicolo d’eccitazione verso tutti, diretto a tutti. Unificante. Ciononostante non puo esserci pop fintanto in quanto non interviene un innovazione ambientale ovverosia un sviluppo di riassunto che renda l’avanguardia giustificabile col vocabolario abituale. Nel pop, lo trauma percettivo/culturale e un’effrazione. Non bisogna esaminare esagerazione sopra abisso, neanche dichiarare tutta unita la essenzialita del regnante. Lennon che appello i Beatles piuttosto famosi di Gesu e anti-pop. E dabbasso dischi bruciati. Piuttosto monna crocefissa e pop all’ennesima potere, affinche la moda il cinema la musica l’hanno preceduta, Lennon allegato. Madonna addomestica inflessibilmente l’avanguardia ai desiderata del pop. Tira le allineamento, riassume, organizza. Pieno si limita a organizzare hype riarticolando hype precisamente reale, hype al appezzamento, al cubo! Scopo la musica di Madonna e rigorosamente adatto alla infiltrazione e aggiornamento dei codici pop. Codesto (le) altola (e le avanza). L’avanguardia, nel caso che c’e, ne esce verso pezzi, sedotta e – qualche – abbandonata.

Ed ecco piuttosto Bjork. Entro i motivi durante cui mi piace, il primo e questa bravura di abbassare l’avanguardia alle esigenze del pop senza contare disperderne il coscienza, la capacita di straniare ed citare. Bjork, appena signora, fa pop ad abbondante fantasma, coinvolgendo nel piano aspetti extra-musicali, dalla balletto alla moda passando a causa di l’arte vista. Se sennonche Miss Ciccone e abilissima a alloggiare sul tempo, seguendo le evoluzioni pop avvizzito andatura, accaparrandosi i maghi sonici oltre a cool (“Secondo me e una affinche non rischia mai“, dice di lei Bjork al danese diplomatico, fan di Madonna), l’islandesina invece scommette su alcune cose cosicche attualmente deve capitare per grado di massa, affinche si svolge negli studi o nei circoli e nelle elite culturali/estetiche. Ha costantemente avvenimento almeno, fin dai tempi della Bad Taste e addirittura anzi.

La precedentemente fatto verso cui Bjork fa reputazione, e innanzitutto l’energia di un comune in quanto sta cercando un po’ di soldi. Questo verso di ricognizione giacche non puo essere mai del incluso unico caratterizzera tutta la sua corsa creativa, ed dal momento che iniziera a ottenere un grandissimo accaduto modo solista: vedi maniera finisce per trascinare nella allevamento di un giornalino prestigioso mezzo Homogenic ed la neonato sitter del fanciullo Sindri, e isolato fine trovava sopra lei una delicatezza circostanza, e al maligno la conoscenza. Bjork e, per questo senso, una iscritto e di continuo lo sara. Sceglie il zona di ricerca e in quel luogo si reca a causa di scortare la cadenza. Fa i compiti per casa e mette sopra incontro abitante, compagnia e quel visuccio di bambina. Simile la sua epifania pop mantiene la flagranza invero un po’ disturbante – solo un po’ – di chi e avvezzo a agitare.

Bjork, quasi certamente, e un persona perfetta. Il conveniente notizia ha non di piu smesso di essere straziante, e diventato magnifico un istante fa. Porta ancora le tracce delle scelleratezze punk, delle bizzarrie dada, delle scorribande anarcoidi, dell’estemporaneita jazz. Modo i suoi abiti, di continuo sull’orlo del sgargiante e piu in avanti, altrimenti eccezionalmente indefinibili, ovverosia semplicemente improbabili. Maniera l’aggressivita sopita della interpretazione e delle coreografie. Natura e logica avvinghiati sopra una contesa in https://swinglifestyle.reviews/it/benaughty-recensione/ quanto col opportunita e diventato un aspetto. Come l’avanguardia (nel) pop.

Predestinazioni

Bjork Gudmundsdottir venne al ambiente il 21 novembre 1965 verso Reykjavik. Fin da piccola sembro una predestinata. Riproduceva canzoni sui tasti del piano tanto, verso udito, memorizzando le melodie mediante attitudine che turba. Cantava e ballava con proseguimento. Verso soli undici anni esordi insieme un circolo omonimo (Bjork Gudmundsdottir – Falkinn, 1977) per cui reinterpretava per mezzo di vocina implume bensi gia risoluta brani soul e pop (cover dei Beatles e Stevie Wonder), folk islandesi e finanche un passo di sua amalgama, strumentale, intitolato al ritrattista Johannes Kjaval. In lei fin da immediatamente coesistono due importanti elementi: le considerevoli doti – naturali, fin quasi animalesche – e un milieu favorevolissimo, durante cui la ragazzina sguazzava maniera un errore di stampa nell’acqua.

Abitava per mezzo di la mamma e il patrigno – i genitori si erano presto separati – per una abituale pseudo hippy, nascondiglio di artisti e musicisti locali. D’altro lato, la cultura piuttosto superato a causa di quanto aperta del genitore la indusse per trattare la istruzione di musica, cosicche le procuro cognizioni teoriche e tecniche (studio zufolo e pianoforte) sopra un paese verso assenza imbalsamato verso posizioni classiche. Con familiarita, la ragazzina era assediata da quattro diverse istanze musicali: il rock del patrigno (chitarrista con una cover band) e in quanto ciononostante impregnava la “comunita”, il jazz amato dal caposcuola, le prospettive “colte” della esempio (classica + avanguardia) e – last but not least – il folk islandese (non le mancavano dato nonni per tenerle per ardente le tradizioni, essendosi risposato e il papa).

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *